Quale gobba?

Frankenstein Junior (Young Frankeinstein nella versione originale) è un film del 1974 diretto dal regista americano Mel Brooks. Il pluripremiato capolavoro comico è una parodia del romanzo Frankenstein di Mary Shelley. Tra le eccellenti interpretazioni di Gene Wilder (Dr. Frankenstein), di Peter Boyle (il collega di De Niro in Taxi Driver, che qui interpreta la Creatura) e di un irriconoscibile Gene Hackman (l’eremita cieco), spicca la figura di un grandioso Marty Feldman nella parte di Igor. Quest’ultimo è sicuramente il personaggio più grottesco e divertente presente nel film.

Sono infatti sue le battute più celebri, tra le quali, per “deformazione” professionale, ricordiamo questa:

Dr. Frankenstein (rivolto ad Igor): “Non voglio metterti in imbarazzo ma…. sono un chirurgo di una certa bravura, potrei forse aiutarti con quella gobba.”

Igor: “Quale gobba?”

In effetti, Igor avrebbe avuto bisogno di un Ortopedico specializzato in deformità del rachide. Ma, valutando la postura di Igor dalle immagini tratte dal film, a quale diagnosi potremmo arrivare? Ci sarebbe l’indicazione chirurgica oppure sarebbe più opportuno intraprendere la via del trattamento incruento?

Dalla fisionomia di Igor si può dire che molto probabilmente si tratta di una scoliosi congenita dovuta ad uno o più emispondili vertebrali. L’emispondilo vertebrale è un difetto anatomico del corpo vertebrale che porta ad una deformità la cui correzione è esclusivamente chirurgica.

Per spiegare in parole semplici potremmo dire che in una colonna fisiologica i corpi vertebrali sono dei parallelepipedi; in caso di emispondilo sono a forma di cuneo. Da qui la deformità della colonna. La correzione chirurgica consiste di solito in un intervento di osteotomie multiple della colonna vertebrale associato alla rimozione, in parte o competa (corporectomia), dell’osso dei corpi vertebrali deformati seguite da un’artrodesi posteriore strumentata con barre e viti. Questo intervento permette di ottenere una correzione della deformità, totale o parziale, sia sul piano frontale che sagittale. Al povero Igor la fisioterapia non avrebbe risolto la deformità ma avrebbe potuto conferire un po’ di elasticità in previsione dell’intervento in modo da rendere la correzione chirurgica più agevole. È invece fondamentale la rieducazione posturale a seguito dell’intervento.

Purtroppo Marty Feldman se ne è andato nel 1982 a soli 48 anni e non ci sarebbe possibile visitarlo. Tra i vari problemi fisici dell’attore inglese, responsabili della sua prematura scomparsa, non risulta comunque esserci anche la deformità della colonna vertebrale. La gobba, che nel film si spostava da un lato all’altro della schiena, disorientando il Dr. Frankenstein, era infatti posticcia; per farla fu utilizzata un’imbottitura solitamente usata per simulare una gravidanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *