Tacchi e Mal di Schiena

Le donne hanno iniziato ad indossare i tacchi in Francia, ai tempi di Luigi XIV (il Re Sole), per soddisfare il loro desiderio di apparire più belle. In effetti un recente studio ha mostrato che le donne che indossano scarpe con il tacco risultano più attraenti e che gli uomini impiegano meno tempo per decidere di approcciarne una.1

Anche senza l’aiuto della scienza molte donne sanno “dell’importanza” del tacco: si stima che il 37% delle donne Americane e il 78% di quelle Inglesi indossi QUOTIDIANAMENTE una scarpa con il tacco!2,3

Un famoso proverbio italiano dice: “Chi bella vuole apparire qualche pena deve soffrire”. Con l’uso dei tacchi alti, purtroppo, a soffrire sono le articolazioni delle gambe e la schiena. Infatti con l’uso dei tacchi si registra un aumento della pressione dell’articolazione femoro-rotulea con un maggior rischio di dolore al ginocchio, e si ha una alterazione della distribuzione delle forze sul piede.4 Inoltre si ha anche un aumento del rischio di caduta con conseguente aumento del rischio di frattura del piede e della gamba.5

A livello della schiena, circa il 58% delle donne che indossa un tacco 6-9 cm lamenta lombalgia!6

Un recente studio ha provato a spiegarne il motivo.7Sembra che con con l’aumentare dell’altezza del tacco si abbia una riduzione della fisiologica lordosi lombare e della fisiologica cifosi toracica. Alla modificazione del balance del rachide si associa anche una alterazione del movimento del bacino durante la deambulazione. Queste alterazioni diventano significative quando il tacco è superiore ai 4-7 cm infatti fino a questa altezza non si ha né un aumento del rischio di caduta né una alterazione del confort e della motilità.

Infine NON c’è alcuna differenza tra chi indossa i tacchi tutti i giorni e chi li usa sporadicamente: l’allenamento non porta benefici.

Quindi, soprattutto se soffrite spesso di mal di schiena, non usate scarpe con un tacco superiore ai 4 cm e riservate i tacchi a spillo solo per le occasioni speciali!

Bibliografia
1. Guéguen N. High Heels Increase Women’s Attractiveness. Arch Sex Behav. 2015. Nov;44(8):2227-35.
2. C. Frey, F. Thompson, J. Smith, M. Sanders, H. Horstman, American orthopaedic foot and ankle society women’s shoe survey, Foot Ankle Int. 14 (1993) 78–81.
3. N.J. Cronin, The effects of high heeled shoes on female gait: a review, J. Electromyogr. Kinesiol. 24 (2014) 258–263.
4. D.Y. Ko, H.S. Lee, The changes of COP and foot pressure after one hour’s walking wearing high-heeled and flat shoes, J. Phys. Ther. Sci. 25 (2013) 1309.
5. A.F. Tencer, T.D. Koepsell, M.E. Wolf, C.L. Frankenfeld, D.M. Buchner, W.A. Kukull, et al., Biomechanical properties of shoes and risk of falls in older adults, J. Am. Geriatr. Soc. 52 (2004) 1840–1846.
6. C.-M. Lee, E.-H. Jeong, A. Freivalds, Biomechanical effects of wearing high-heeled shoes, Int. J. Ind. Ergon. 28 (2001) 321–326.
7. Baaklini E, Angst M, Schellenberg F, Hitz M, Schmid S, Tal A, Taylor WR, Lorenzetti S. High-heeled walking decreases lumbar lordosis. Gait Posture. 2017. Mar 31;55:12-14.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *